4 cose da sapere su Roma-Atalanta di stasera

Stasera alle ore 19:00 allo Stadio Olimpico si gioca Roma-Atalanta, quinta giornata del campionato giallorosso. Gli uomini di Fonseca vogliono continuare la striscia di vittorie intrapresa dopo il derby, ma affrontano purtroppo un avversario davvero agguerrito e di alto livello.

Insomma, non sarà affatto semplice portare a casa i tre punti stavolta. A maggior ragione però questa sera saremo tutti lì, allo stadio o davanti alla tv, pronti a sostenere la nostra amata Roma. Ecco allora una breve guida per arrivare preparati alla partita contro i nerazzurri di Gian Piero Gasperini.

Un lustro infausto

La prima cosa da sapere assolutamente riguardo Roma-Atalanta di stasera è che purtroppo i giallorossi non vincono da ben 5 anni in casa contro i bergamaschi. L’ultimo successo risale infatti al primo anno di Rudi Garcia, quando i gol di Taddei, Ljajic e Gervinho permisero alla squadra capitolina di centrare la vittoria per 3-1.

Dopo quell’ottimo risultato, sono arrivati 3 pareggi e 2 sconfitte. 1-1 nel 2014/2015, con la rete su rigore di Totti. 0-2 nel 2015/2016, con i gol di Gomez e Denis. Ancora 1-1 nel 2016/2017, con Dzeko che nel secondo tempo pareggiò la rete di Kurtic. 1-2 invece nel 2017/2018, con i bergamaschi che andarono subito in doppio vantaggio con Cornelius e de Roon. E infine il 3-3 dell’anno scorso, con il gol di tacco di Pastore in avvio e poi il dominio nerazzurro, prima del pareggio quasi allo scadere di Manolas.

Insomma, una striscia di risultati pessima, che testimonia la grande capacità dell’Atalanta di mettere in difficoltà la Roma, soprattutto da quando è arrivato Gasperini su quella panchina. La speranza è che stasera si riesca finalmente ad invertire la rotta, interrompendo questa orrenda serie negativa.

Le statistiche dell’Atalanta di quest’anno

Questa speranza potrebbe essere supportata da un’impressione che tutti abbiamo avuto in questo inizio di campionato: l’Atalanta non è più la stessa degli anni passati. Tanti gol presi, troppo spesso in svantaggio e troppi punti già persi per strada contribuiscono sicuramente ad alimentare questa sensazione, che viene quasi sublimata dalla batosta presa in Champions League contro la Dinamo Zagabria.

Peccato però che, guardando i numeri dei bergamaschi di quest’anno, è evidente come ciò non abbia alcun fondamento reale. Infatti, i nerazzurri sono addirittura migliorati rispetto alla scorsa stagione in tutte le voci statistiche più rilevanti, a livello difensivo e offensivo.

Sono di più i contrasti vinti a partita (18 vs 16,8), i duelli aerei vinti (21,3 vs 16,8), tiri (21 vs 16,9), i passaggi chiave (15,3 vs 13,4), gli xG prodotti (1,98 vs 1,86), gli xG subiti (1,13 vs 1,23) e le azioni manovrate (1,75 vs 1,45). (fonte dei dati: Whoscored e Understat)

Fonte: www.whoscored.com

Insomma, l’Atalanta sembra essere ancora la squadra spettacolare che ha conquistato a sopresa la Champions League nell’anno appena passato. Per batterla stasera servirà quindi la miglior Roma possibile.

Da Bergamo con furore

Un altro aspetto molto interessante della sfida di stasera è la grande quantità di ex Atalanta che ci sono nella rosa della Roma. Se ne contano addirittura 4: Cristante, Spinazzola, Mancini e Zappacosta. E tutti loro hanno lasciato un ottimo ricordo a Bergamo.

Bryan Cristante veniva dalla brutta esperienza a Pescara, quando nel gennaio 2017 è approdato all’Atalanta. In nerazzurro, grazie agli insegnamenti di Gasperini, è diventato uno dei centrocampisti più promettenti del campionato italiano, giocando soprattutto nel ruolo di incursore (15 gol in 59 partite per lui). (fonte dei dati: Transfermarkt)

Bryan Cristante

Leonardo Spinazzola arrivava invece da una bella avventura al Perugia in Serie B, però non si era ancora confrontato con il grande calcio. A Bergamo ha trovato non solo continuità di impiego, ma anche la collocazione tattica ideale. Infatti Gasperini lo ha spostato da ala offensiva a esterno difensivo, e la sua carriera è finalmente esplosa.

Leonardo Spinazzola

Gianluca Mancini era solo un ragazzino quando è arrivato a Bergamo nel 2017. Eppure l’allenatore nerazzurro ha deciso di puntare quasi subito su di lui per la sua difesa a 3. E in quel sistema il centrale toscano ha conquistato la Nazionale, diventando famoso anche come difensore bomber (7 gol in 48 partite).

Gianluca Mancini

Davide Zappacosta infine non ha mai incrociato Gasperini, ma anche lui ha avuto un’esperienza molto positiva a Bergamo. È lì che è riuscito a mettersi in mostra per la prima volta in Serie A, tanto da spingere il Torino di Petrachi ad acquistarlo, facendo così svoltare definitivamente la sua carriera.

Davide Zappacosta

Stasera Mancini e Zappacosta non saranno sicuramente a disposizione, a causa di squalifiche o infortuni. Cristante e Spinazzola invece dovrebbero scendere in campo, forse anche dal primo minuto. Chissà che proprio loro non si rivelino decisivi alla fine, applicando una delle più classiche leggi del calcio: quella dell’ex.

Sarà tris?

In estate, dopo il rifiuto di Conte, la Roma ha dovuto guardarsi intorno, alla ricerca di un allenatore di livello per la propria panchina. I nomi in ballo erano soprattutto 3 oltre a Fonseca: De Zerbi, Mihajlovic e Gasperini.

Per diversi motivi, alla fine ha prevalso l’allenatore portoghese, con i 3 candidati “italiani” che sono rimasti sulle rispettive panchine. Ebbene, il caso ha voluto che in questo inizio di campionato i giallorossi sfidassero in successione proprio i 3 tecnici mancati per poco a giugno.

Paulo Fonseca

Domenica scorsa è stata la volta del Sassuolo di De Zerbi, sconfitto nettamente per 4-2. Poi tre giorni fa è toccato al Bologna di Mihajlovic, battuto per 2-1 all’ultimo secondo. E infine stasera sarà il turno dell’Atalanta di Gasperini. Vedremo dunque se contro i nerazzurri la Roma riuscirà davvero a completare questo peculiare tris di vittorie, che saprebbe tanto di rivincita giallorossa.

Accanito tifoso giallorosso, amante dell'arte e del complottismo di massa. Scrittore per puro diletto personale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *