La lunga Estate di Petrachi

“Per la Roma è l’anno 0” Gianluca Petrachi è stato chiarissimo durante la presentazione di qualche giorno fa, quindi non dovrebbe stupire la rivoluzione in atto in casa Roma, rivoluzione che tocca ogni zona del campo.

Registrate le ultime operazioni: la partenza di El Shaarawy per la Cina e l’arrivo dello spagnolo Pau Lopez per difendere i pali giallorossi facciamo un rapido excursus sulle operazioni in entrata e in uscita che vedremo nei prossimi 45 giorni.

Portieri

Con l’arrivo tra i pali dello spagnolo Lopez dal Betis Siviglia è certa, o quantomeno necessaria, la partenza di uno dei tre portieri attualmente in rosa.

Pau Lopez

Pau Lopez sarà il nuovo numero 1

L’indiziato numero uno è Robin Olsen, lo svedese partito titolare nella scorsa stagione ha finito da secondo, scalzato da Antonio Mirante che dovrebbe rimanere come numero 12.

Olsen ha un residuo a bilancio di 8 mln e un costo annuo di 4,15 mln; non dovrebbe essere un problema trovare una sistemazione senza realizzare una minusvaleza pesante.

Robin Olsen, indiziato numero uno a lasciare la Roma

Per il ruolo di terzo si va verso la conferma del brasiliano Fuzato.

Terzini

Sulla destra si riparte da tre: capitan Florenzi, Rick Karsdorp e Santon.

In teoria uno è di troppo e potrebbe partire.

I tre hanno costi annui molto simili: Santon sfiora i 5 mln (2.4 ingaggio lordo e 2.5 di ammortamento), Florenzi 5.5  mln (5.2 di ingaggio e 0.3 di ammortamento), Karsdorp 6.1 mln (2.8 ingaggio e 3.3 di ammortamento).

Alessandro Florenzi e Paulo Fonseca in occasione di Roma – Shaktar Donetsk

La plusvalenza massima si realizzerebbe con Florenzi (1.5 mln di residuo a bilancio) ma è probabile che Fonseca ripartirà da lui come titolare; con Karsdorp (10 mln residuo) è difficile fare plusvalenza ma ci si libererebbe di una spesa pesante che non ha mai convinto dal punto di vista tecnico, stesso discorso per Santon (7.5 residuo): probabile che per uno dei due l’avventura giallorossa sia giunta al capolinea.

Inoltre c’è da sistemare la posizione di Bruno Peres, il brasiliano ha ancora sei mesi di prestito al San Paolo che in ogni caso non lo riscatterà. Peres ha un costo annuo “pesante” 6.8 mln (3.7 di stipendio e 3.1 di ammortamento) con un residuo a bilancio di 6.1 mln, risulta necessaria la sua cessione a titolo definitivo.

Più lineare la situazione a sinistra: arrivato Spinazzola dalla Juventus sarà interessante capire il futuro di Kolarov; il serbo pesa a bilancio per 5.6 mln (3.7 di ingaggio e 1.9 di ammortamento) ed ha un residuo di 1.9 mln; potrebbe anche arrivare a naturale scadenza e alternarsi con il neo acquisto Spinazzola la scelta sarà probabilmente presa di concerto con società e allenatore, in caso di partenza occorrerebbe intervenire sulla sinistra.

Leonardo Spinazzola

Difensori Centrali

Partito per Napoli Kostas Manolas, rimangono Fazio, Juan Jesus, Marcano e il giovane francese Bianda.

Quest’ultimo dovrebbe partire almeno in prestito, mentre nel reparto arretrato ci aspettano almeno 2-3 operazioni.

Lo spagnolo ex Porto è l’indiziato numero uno a lasciare la Roma, il suo residuo a bilancio (1.5 mln) e il suo stipendio (2.8 lordi) rendono la partenza di Marcano (Spagna o Portogallo) abbastanza agevole con la possibilità di ricavare qualcosa dalla sua cessione.

Marcano, la sua avventura in giallorosso potrebbe essere al capolinea

Fazio e Juan Jesus (anche a causa del suo stipendio) dovrebbero essere confermati ed affiancati da 2 acquisti: un difensore “fatto” potenzialmente titolare (Alderweireld, Mancini, Nkoulou) e un difensore dai costi contenuti che potrebbero essere un giovane (Ionuț Nedelcearu) oppure uno svincolato, in ogni caso un giocatore con costi bassi.

Centrocampo

Uscito Daniele De Rossi (fine contratto) e entrato Amadou Diawara prelevato dal Napoli il centrocampo è, senza alcun dubbio, il reparto in cui si attendono il maggior numero di operazioni.

Allo stato attuale il reparto è composto da  8 giocatori ma solo 3 sono certi di far parte della Rosa della prossima stagione: i confermati Cristante e Pellegrini ed il neo acquisto Diawara.

Lorenzo Pellegrini Torino

Lorenzo Pellegrini

Per tutti gli altri porte girevoli e la possibilità di essere altrove nella prossima stagione:

Ante Coric nella sua prima stagione romanista ha collezionato solamente 3 presenze e 48′ minuti complessivi, il suo costo annuo di 4,2 mln (2,4 stipendio, 1,8 ammortamento) e la sua età 22 anni rendono possibile per lui anche un prestito, quello che è certo è che non può, e non deve, fare un altro anno di anonimato assoluto.

Gerson: il brasiliano sta diventando un problema, la Roma ha l’esigenza di disfarsene il più presto possibile: 6.1 mln il suo peso annuo a bilancio (2 ingaggio e 4,1 di ammortamento) che non sono mai stati utili alla causa. Il suo entourage ha rifiutato più di una destinazione, tra cui l’ultima quella della Dinamo Mosca che avrebbe garantito anche una piccola plusvalenza alla Roma.

Gerson

Gerson: la sua situazione sta dando più di qualche grattacapo

Gonalons: anche per il francese è necessario trovare una collocazione per la stagione 19/20 possibilmente a titolo definitivo, 5.7 il suo costo annuo (3.7 ingaggio e 2 di ammortamento) con un residuo a bilancio di 4 mln; potrebbe fruttare anche una piccola plusvalenza.

Nzonzi: il campione del mondo prelevato l’estate scorsa dal Siviglia è uno dei giocatori più costosi in rosa 11.3 mln (5.7 ingaggio, 5.6 ammortamento), viste le sue prestazioni sono convinto che a fronte di un’offerta che minimizzi la minusvalenza (24 mln il suo residuo) la Roma sarebbe disposta a lasciarlo partire, in caso contrario dovrà dimostrare che i soldi spesi per lui la scorsa Estate sono stati giustificati.

Pastore: El Flaco ha tutta l’intenzione di giocarsi le sue carte con Paulo Fonseca nella prossima stagione, come per Nzonzi l’argentino paga un costo annuo elevato (11.6 mln) ed è quindi difficile trovare un compratore che soddisfi tanto le richieste della Roma quanto quelle dell’argentino.

Zaniolo: quella del giovane azzurro è la situazione più delicata, il suo costo annuo è bassissimo 2.4 mln (1,3 stipendio lordo e 1,1 di ammortamento) ma potrebbe garantire alla Roma una maxi plusvalenza (4,5 il suo residuo a bilancio) in grado di spesare il resto del mercato in entrata. In cuor mio spero rimanga e cresca con la nostra maglia ma nulla si può escludere.

Zaniolo

Zaniolo: resta o parte?

A fronte di tante possibili (alcune probabili) cessioni c’è da attendersi almeno 1 o 2 colpi in entrata: le offerte per Barella (che preferisce l’Inter) e le trattative con Veretout confermano la ricerca di un box to box utile alla causa del tecnico portoghese.

Veretout

Veretout: uno degli obiettivi di mercato giallorossi

Attaccanti Esterni

Partito Stephan El Shaarawy direzione Shangai, il roster giallorosso presente oggi 5 attaccanti esterni di cui almeno 2 in uscita sicura.

Defrel e Verde sono i 2 per cui è certa la partenza: il Francese ha diverse possibilità sia in A (piace a Cagliari e Fiorentina) che all’estero; il suo residuo a bilancio (13 mln) renderà difficile fare una plusvalenza da mettere a bilancio ma è probabile che la Roma si sgraverà del suo costo annuo da quasi 4 mln.

Defrel: per lui si cerca una sistemazione in via definitiva

Per Verde, invece, dopo la buona stagione spagnola sarà abbastanza semplice trovare una soluzione; il suo residuo a bilancio è prossimo allo 0 ma va a scadenza nel 2020 quindi è probabile entri molto poco dalla sua cessione, il suo entourage stava cercando l’accordo per lo svincolo.

Gli altri 3: Under, Kluivert e Perotti vanno verso la conferma anche per la prossima stagione anche se, a fronte di offerte concrete, anche l’argentino potrebbe partire.

Under: con ogni probabilità uno dei confermati per la prossima stagione

In entrata ci si aspetta almeno un colpo, magari sulla destra per dare una riserva di ruolo a Under.

Attaccanti Centrali

Tutto gira intorno a Edin Dzeko, scadenza 30 Giugno 2020. Il bosniaco ha gia un accordo con l’Inter che però non ha le possibilità economiche per venire incontro alle esigenze della Roma (che chiede quasi il doppio di quanto offerto dai neroazzurri); se Edin dovesse rimanere allora è probabile che il reparto avanzato rimanga così com’è con Schick pronto a subentrare al bosniaco se invece si arrivasse ad una fumata bianca con i milanesi allora arriverà un nuovo centravanti da affiancare al Ceco; i nomi che si fanno sono molti ma allo stato attuale difficile fare previsioni.

Roma

Edin Dzeko, intorno a lui gira il mercato della Roma in attacco.

Schick con ogni probabilità rimarrà a Roma, un po’ per il suo residuo a bilancio (29 mln) un po’ per il suo costo: difficile che la Roma riesca a trovare un compratore in grado di non far incorrere la Roma in una minusvalenza che non puo permettersi.

Sadiq, invece, è andato in prestito al Partizan Belgrado: i bianco neri copriranno interamente le spese per l’ingaggio alla Roma rimangono i quasi 500 mila Euro di ammortamento (solo in parte coperti dai 100 mila dati per il prestito); in caso di riscatto la Roma realizzarebbe, però, una piccola plusvalenza.

Conclusioni

L’Estate della Roma e di Petrachi è appena iniziata: Fonseca dovrà fare di necessità virtù e, con ogni probabilità, si ritroverà una rosa che cambierà pelle durante l’Estate.

La rivoluzione è appena iniziata ed era inevitabile.

Forza Roma

Lunga Vita e Prosperità

Nato su Vulcano, arrivato sulla Terra, innamorato della Roma. Cerco di analizzarla con Logica e Razionalità. Accetto discussioni solo se frutto di ragionamento. Lunga Vita e Prosperità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *