Le notizie della settimana vol. 1

Ogni settimana della Roma è sempre ricca di spunti molto interessanti. Notizie vere o presunte, che spesso ci fanno riflettere, emozionare, perfino preoccupare. Ecco perché abbiamo scelto di dedicare un’intera rubrica ironica a tutto questo. Così da imparare a prendere un po’ meno sul serio ciò che accade in casa giallorossa.

Il bellissimo post di Diaconale

Giovedì pomeriggio il responsabile della comunicazione della Lazio, Arturo Diaconale, ha pubblicato un bellissimo post su Facebook. Un messaggio di poche righe, ma pieno di sentimento e commozione. Eccolo.

Diaconale si riferisce alle dichiarazioni di uno speaker di Roma Radio, che ha accusato Lotito di manipolare i calendari della Serie A a favore della Lazio

Diaconale è riuscito così a ricordarci cosa significa veramente il derby di Roma. Un evento che, al contrario di come viene spesso dipinto, è fatto soprattutto di amore, solidarietà e lealtà sportiva. Per questo abbiamo raccolto alcune immagini dei derby del passato, totalmente a sostegno del meraviglioso messaggio di Diaconale. Eccole.

Tutto il fair play di De Rossi nei derby versione 1
Tutto il fair play di De Rossi nei derby versione 2
Totti non ha mai infierito dopo la vittoria di un derby
O dopo un gol nel derby
Così come non ha mai augurato alla Lazio di andare in Serie B
Anche i tifosi della Roma hanno sempre avuto solo belle parole per i cugini
Augurando loro di rimanere a lungo in Serie A, così da incontrarsi festosamente ogni anno come vecchi amiconi

La misteriosa sospensione di Nzonzi

Nei giorni scorsi è arrivata dalla Turchia una notizia bomba, che ha sconvolto tutti i tifosi romanisti. Il Galatasaray ha sospeso Steven Nzonzi. Una decisione scioccante, frutto del comportamento indisciplinato del calciatore francese in allenamento.

Il chiaro comunicato del Galatasaray su Nzonzi. Inutile anche solo tradurre o commentare

Addirittura l’allenatore Fatih Terim ha dichiarato: “Nzonzi è stato irrispettoso, nessuno ha il diritto di fare quello che ha fatto lui“. Parole molto forti, che però non possono essere spiegate solo con un normale diverbio, come in molti hanno sostenuto in queste ultime ore.

Pure Nzonzi sembra sorpreso dalla spiegazione che gira in queste ultime ore riguardo alla sua sospensione

Pertanto abbiamo pensato ad alcuni motivi che potrebbe davvero aver indotto il Galatasaray a prendere un provvedimento così pesante. Tre valide ragioni per cui è stato giusto sospendere Nzonzi dalla squadra.

1) A Nzonzi fa schifo il menemen

Il menemen è un piatto tradizionale turco della colazione, a base di pomodori, uova e peperoni verdi fritti, con tè nero in accompagnamento. Parliamo fondamentale di una cosa immangiabile di prima mattina, soprattutto per chi non è abituato a quei sapori.

Il menemen turco è un piatto molto leggero, facilmente digeribile per tutti di prima mattina

Nzonzi allora potrebbe essere stato punito per aver rifiutato di mangiare il menemen insieme ai suoi compagni del Galatasaray, chiedendo invece un bicchiere di latte fresco con i biscotti. Un gesto vergognoso, che ha suscitato l’ira di tutta la dirigenza turca, incredula di fronte a una richiesta così assurda e insensata.

2) Nzonzi ama Antonio Cassano

Molti non sanno che l’idolo calcistico di Nzonzi è Antonio Cassano. Il francese è cresciuto ammirando le gesta del talento barese e ha sempre sognato di diventare come lui. Ogni cosa che ha fatto Cassano in carriera è quindi per Nzonzi una fonte di ispirazione.

Cassano imita Fabio Capello. Un’immagine storica, rimasta nella mente e nei sogni di Nzonzi fin da piccolo

Per questo Steven potrebbe aver deciso un giorno di imitare Terim prima di un allenamento, facendosi incautamente beccare. Ecco che allora il permaloso allenatore turco sarebbe andato su tutte le furie, pretendendo la decapitazione immediata del francese, poi ridotta in appello a una semplice sospensione.

3) Nzonzi è un nemico di Erdogan

La situazione in Turchia non è delle più tranquille. Sappiamo tutti infatti che il regime di Erdogan è molto autoritario e non si fa problemi a reprimere i propri nemici.

La reazione di Erdogan dopo aver visto giocare per la prima volta Nzonzi in Turchia

Chissà che allora Nzonzi non abbia in qualche modo irritato il presidente turco. Potrebbe essere stato anche qualcosa di banale, come passare continuamente il pallone all’indietro durante tutte le partite del Galatasaray, rovinando così il campionato turco. Sta di fatto che Erdogan non l’ha presa bene e ha deciso di intervenire per fermare un tale scempio.

Fiorentina-Roma in GIF

Venerdì sera la Roma ha vinto a Firenze l’ultima partita del 2019 per 4-1. Un successo importante per gli uomini di Fonseca, che hanno chiuso così l’anno in bellezza. Riviviamo allora le emozioni di Fiorentina-Roma attraverso alcune GIF.

1′ – Fischio d’inizio di Orsato

19′ – Gol di Dzeko, Roma in vantaggio

21′ – Gol di Kolarov su punizione

34′ – Gol di Badelj che riapre la partita

73′ – Primo gol stagionale di Pellegrini

86′ – Entra Under al posto di Pellegrini

88′ – Gol di Zaniolo che chiude la partita

94′ – Finisce il match

L’anca di Pastore (versione “Allegro chirurgo”)

Uno dei grandi assenti di Fiorentina-Roma è stato Javier Pastore. Da più di un mese l’argentino non si allena con la squadra giallorossa, per via di un problema all’anca. Un periodo insolitamente lungo, che ha spinto molti a chiedersi cosa ci sia sotto.

Anche Pastore non riesce a spiegarsi questa assenza così prolungata ed esasperante

In effetti la società capitolina non ha mai specificato il tipo di problema all’anca subito da Javier. Potrebbe essere praticamente qualsiasi cosa. Pertanto abbiamo cercato di individuare le diagnosi più probabili per l’infortunio di Pastore, in modo da spiegare finalmente questa sua prolungata assenza dai campi di gioco.

  • Innanzitutto potrebbe trattarsi di un trauma. Pastore in pratica avrebbe preso una botta. Non possiamo sapere come ovviamente. Potrebbe essere stato un semplice contrasto di gioco, avvenuto durante un allenamento a Trigoria. Oppure potrebbe essere avvenuto durante un’intensa partita di Twister. Davvero difficile dirlo.
  • Un’altra ipotesi potrebbe essere una dolorosa e sfortunata sciatalgia, cioè la compressione dei nervi di quella zona. È un problema che di solito riguarda le persone sopra i 50 anni. Sappiamo però che Pastore ha un animo anziano dentro, quindi non possiamo escludere che si tratti proprio di questo.
  • Infine potrebbe essere una lussazione dell’articolazione dell’anca. È però molto raro che un calciatore possa provocarsela giocando a calcio. La domanda allora è: cosa potrebbe aver fatto Pastore per procurarsela? L’hula hoop? Forse allora indagando tra i giocattoli di Pastore potremmo avere finalmente la risposta che cerchiamo.

Il terzo gol consecutivo di Schick con il Lipsia

Infine l’altro giorno ha segnato ancora una volta Patrik Schick. Ve lo ricordate? È il signore che due anni fa di questi tempi ha sbagliato questa cosa qui.

Si tratta tra l’altro del terzo gol consecutivo per il ceco, che al Lipsia sta facendo davvero benissimo ultimamente. Sembra quasi un altro giocatore ormai, come dimostrano le immagini delle sue ultime reti.

La cosa ha scosso profondamente i tifosi della Roma, suscitando reazioni contrastanti. Alcuni hanno stappato bottiglie di champagne, sperando che così possa essere riscattato dal Lipsia a fine stagione.

Altri invece hanno pianto disperati, pensando al patrimonio tecnico buttato via dalla società giallorossa in questo modo.

C’è perfino chi ha pensato di compiere gesti inconsulti…

Possiamo concludere dicendo che, con le sue attuali gesta, Schick è riuscito a devastare ulteriormente il popolo giallorosso. La speranza di tutti noi è che prima o poi il ceco possa lasciarci in pace, permettendoci di dimenticare finalmente il suo passaggio nella Capitale.

Accanito tifoso giallorosso, amante dell'arte e del complottismo di massa. Scrittore per puro diletto personale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *