Roma: Semestrale in rosso in attesa della cessione

Come ogni anno ci troviamo in questo periodo a fare i conti con la semestrale della Roma, l’anno passato chiusa con un leggero segno più che però nascondeva il trucco come avevo scritto proprio su queste pagine.

In quell’articolo pronosticavo, nonostante il leggero positivo, la necessità di fare plusvalenze entro il 30 Giugno 2019 per 30-40 mln, cosa che si è poi avverata in Estate con le plusvalenze realizzate con Manolas e Luca Pellegrini.

A fine mercato, invece, scrissi questo Da un punto di vista economico, invece, l’obiettivo dell’abbassamento dei costi è fallito (sono rimasti gli stessi) e questo costringerà la Roma a correre ai ripari in un prossimo (vicino) futuro.” ed anche questa profezia si è, purtroppo, avverata come la semestrale uscita e che andremo ora ad analizzare dimostra.

I Ricavi Strutturali

Come ci si poteva aspettare, e come era ampiamente preventivabile, la mancata partecipazione alla Champions League ha portato con se una diminuzione sostanziale dei Ricavi Strutturali (si parla dei ricavi escludendo quelli derivanti dalla gestione calciatori).

il -40 è quasi totalmente ad appannaggio di mancati introiti da botteghino per 24,4 mln e minori introiti da diritti TV per 10,2 mln; i restanti 5 mln e spicci sono dovuti al mancato rinnovo con BetWay (decreto Dignità) e probabilmente a bonus che sarebbero scattati con la partecipazione alla Champions e quindi non maturati.

Entrate Luglio-Dicembre 2019

Entrate Luglio-Dicembre 2019

Costi

I costi non sono scesi di pari passi ma hanno subito una contrazione di “soli” 12,17 mln; tutti derivanti dall’abbassamento del monte ingaggi.

Per il resto, come descritto nell’articolo di Agosto, i costi sono rimasti i medesimi.

Uscite Luglio-Dicembre 2019

Uscite Luglio-Dicembre 2019

Ricavi da Calciomercato (Gestione Calciatori)

In questo esercizio non ci sono le plusvalenze mostruose realizzate a Luglio/Agosto 2018 con Alisson e Strootman ma soltanto le cessioni di El Shaarawy, Marcano e Gerson che hanno fruttato plusvalenze per “soli” 16,98 mln contro i 66,3 di 12 mesi fa generando un ammanco di 50 mln.

Ammortamenti e Oneri Finanziari

Gli Ammortamenti sono saliti ancora di 7,5 mln, questo vuol dire che la Rosa costa di più di 12 mesi fa mentre le spese per Oneri Finanziari sono salite anch’esse di 7,5 mln circa.

Quadro Complessivo

Il quadro complessivo parla della peggior semestrale della proprietà chiusa con un disavanzo di ben 87 mln e una seconda parte di stagione nella quale non si prevedono introiti extra dai quali poter attingere.

Basti pensare che il peggior bilancio degli ultimi sei anni è quello del 2016-2017 chiuso con un -42 mln ed era quello dell’anno di Spalletti in cui la Roma fu eliminata al preliminare di Champions League.

In quell’annata i ricavi furono di 175 mln (inferiori a quelli che potrà fare quest’anno che si attesterà nell’intorno dei 190 mln) ma aveva quasi la metà del costo di ammortamenti, per dare un’idea in quella stagione la Roma aveva 58,85 mln di ammortamenti ora ne ha 51,1 in soli sei mesi (con il rischio credibile di raddoppiare questo numero a fine anno).

Totale Luglio - Dicembre 2019

Totale Luglio – Dicembre 2019

Il FFP e il Cambio di Proprietà

Stando questa situazione è improbabile, per non dire impossibile, che la Roma rispetterà i paletti del FFP.

Questo, però, si innesta con l’imminente (stando alle notizie che arrivano) cambio di proprietà e mi voglio illudere che le cose siano legate (anche perché lo scenario alternativo non è molto edificante).

Il Cambio di Proprietà da la possibilità alla società di richiedere alla UEFA un Voluntary Agreement, sostanzialmente un accordo preventivo con la UEFA per permettere ai nuovi proprietari un investimento maggiore senza rientrare nella rete dei -30 consentiti dal FFP.

Questa possibilità deve essere accompagnata da un piano di rientro definito, con piano industriale credibile.

L’accettazione del Voluntary Agreement da parte dell’UEFA non è scontata ne automatica, basti pensare che al Milan di Li fu rifiutata perché fondamentalmente inconsistente.

La credibilità della Friedkin Group è di certo infinitamente superiore a quella di Li (poi scomparso dai radar) ma serve come esempio per sottolineare come l’istituto non è AUTOMATICO.

Giova ricordare che la Roma sarebbe la prima squadra ad usufruire di questo istituto come correttamente riportato da Calcio e Finanza.

Friedkin è pronto a rilevare la maggioranza di Neep Roma Holding Spa

Alternative al Voluntary Agreement

Le alternative al VA sono essenzialmente due ed entrambe non piacevoli.

La prima è non rispettare il FFP questo comporterà una procedura di infrazione aperta con sentenza ad Aprile 2021(circa), essendo la Roma già stata sottoposta a Settlement Agreement è possibile che la sentenza sia abbastanza pesante fino ad arrivare all’esclusione dalle coppe Europee (cosa già capitata al Milan e di recente al Manchester City).

La seconda possibilità è realizzare una valanga di plusvalenze entro il 30 Giugno, questo significa privarsi dei migliori giocatori avendo la fretta di farlo (e quindi con società che sanno che tu sei costretto a cedere).

Entrambe sono possibilità al quale non voglio credere ma che per correttezza di informazione bisogna mettere sul piatto.

Conclusioni

In estate ero stato facile profeta, la Roma non ha centrato l’obiettivo della riduzione dei costi e si trova ora con un bilancio in profondo rosso, il peggiore della attuale presidenza.

Possibile è che questo fosse concordato con il proprietario entrante che ha preferito avere conti in disordine e una competitività maggiore rispetto al contrario, nuovo proprietario che come prima cosa dovrà aprire un dialogo con la UEFA per evitare le sanzioni derivanti dal mancato rispetto del FFP.

Per il futuro la mia speranza è sempre quella di vedere una Roma autosufficiente che non ha bisogno di cessioni per rientrare nei parametri europei ma che le eventuali cessioni diventino un’opportunità e non un’esigenza (ne parlai qui).

Questo passa da un innalzamento dei ricavi strutturali che siano essi derivanti da sponsorizzazioni o da botteghino, per quanto riguarda lo stadio credo che la nuova proprietà continuerà a perseguire quell’obiettivo ma solo gli eventi ci diranno la verità.

Forza Roma

Lunga Vita e Prosperità

Nato su Vulcano, arrivato sulla Terra, innamorato della Roma. Cerco di analizzarla con Logica e Razionalità. Accetto discussioni solo se frutto di ragionamento. Lunga Vita e Prosperità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *