Top e Flop: Borussia Moenchengladbach – Roma 2 – 1

Al Borussia Park una Roma coraggiosa e sfortunata subisce la seconda sconfitta stagionale complicando il cammino europeo, l’ennesimo errore arbitrale e un gol allo scadere ci condannano a non poter più sbagliare.

TOP

Jordan Veretout

Cuore e polmoni in partite come questa, giocate a ritmi elevatissimi, non possono mancare e Jordan di cuore e di fiato ne ha in abbondanza. 

Il centrocampista francese risulta essere, per caratteristiche, imprescindibile nella Roma di Fonseca, che la sorte ce lo preservi.

Javier Pastore

Sta diventando un habitué di questa rubrica, il che è incredibile pensando solo a pochi mesi fa.

El Flaco è l’unico, sulla trequarti, che tenta di dare una scossa alla gare con le sue giocate: viene incontro a farsi dare la palla, punta gli uomini e tenta giocate con un tasso di difficoltà clamoroso. Giocatore ritrovato.

Pastore

Chris Smalling

Per creare pericoli gli avanti tedeschi gli girano alla lontana andando a giocare su Fazio, l’inglese è una sicurezza nel rimbalzare tutto ciò che gli capita a tiro. Unica pecca: ancora qualche incertezza in impostazione ma capisco Petrachi che spinge per riscattarlo al più presto.

smalling

FLOP

Federico Fazio

Nonostante il gol del momentaneo pareggio Fazio è certamente il peggiore dei nostri; sempre in difficoltà contro Thuram, si avventura in sortite palla al piede che quasi sempre ci costano la perdita del pallone ed un recupero affanoso; la peggiore prestazione di questo blocco per Federico che invece nelle ultime gare stava andando discretamente bene.

Diego Perotti

Perotti gioca pochi minuti al posto di Pastore ma in quei minuti sbaglia tutto ciò che si può sbagliare; non riesce a controllare palloni che uno con la sua tecnica dovrebbe gestire facilmente, non contrasta, non entra mai nel clima partita.

Con tutto il traffico che c’è lì davanti (prossimi al rientro anche Pellegrini e Mkhitaryan) Diego deve fare di più per trovare il suo spazio in campo.

Justin Kluivert

Flop non per l’impegno: Kluivert corre e lotta per 90′ ma sbaglia ogni scelta possibile negli ultimi 20 metri: spreca due contropiedi “facili” che ci avrebbero portato in vantaggio. In generale una serata da dimenticare per quanto riguarda il Decision Making, lo giustifica la giovane età ma da uno con il suo talento ci si attende di più.

kluivert

Nato su Vulcano, arrivato sulla Terra, innamorato della Roma. Cerco di analizzarla con Logica e Razionalità. Accetto discussioni solo se frutto di ragionamento. Lunga Vita e Prosperità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *