Top e Flop: Roma – Juventus 1-2

Seconda sconfitta casalinga del 2020 per la Roma, la Juve esce vittoriosa all’Olimpico complice un inizio di gara traumatico per i nostri che al 10′ sono già sotto di due reti.

A rovinare la giornata ci si mette anche il grave infortunio di Nicolò Zaniolo che, in pratica, saluta la stagione.

TOP

Amadou Diawara

Come nella gara della settimana scorsa Diawara risulta il migliore in maglia giallorossa; canta e porta la croca visto che il suo compagno di reparto è in giornata no.

Fa egregiamente entrambe le fasi di gioco ed è ormai un faro del centrocampo di Fonseca, non un caso se il rientrante Cristante prende il posto di Veretout e non il suo.

Nicolò Zaniolo

Nei 35 minuti in cui è in campo è uno dei migliori creando continui problemi ad Alex Sandro; anche l’infortunio arriva al termine di una giocata di livello assoluto che lo vede protagonista di una sgroppata partita dalla nostra metà campo e terminata al limite dell’area di rigore.

Torna Presto, abbiamo bisogno di te.

FLOP

Lorenzo Pellegrini

Ancora una volta, come con il Torino, impalpabile: il suo 2020 è iniziato nel peggiore dei modi.

Sbaglia 2 gol facili (il secondo a pochi minuti dal termine sarebbe valso il pareggio) ed in generale da l’idea di cercare più la giocata bella che quella utile.

Speriamo torni presto quello di fine 2019 perché se ne ha assoluto bisogno.

Aleksander Kolarov

Un leader emotivo lo è di sicuro, un leader tecnico da un po’ di tempo non più. Costantemente in difficoltà e costantemente attaccato non da nemmeno quel plus in fase offensiva che conosciamo.

Se poi sbaglia anche in fase di appoggio non ci siamo proprio.

Jordan Veretout

Malissimo. Jordan non solo è responsabile dell’errore che porta al rigore e al 2 a 0 juventino ma è in una di quelle giornate in cui non gli riesce nulla. Non casuale il cambio a mezz’ora dal termine per far spazio al rientrante Cristante.

Edin Dzeko

Il peggiore? Probabilmente NO. Alla fine le occasioni pericolose partono da lui: colpisce un palo, fornisce un assist d’oro a Pellegrini e si fa sentire chiuso nella morsa Bonucci – De Ligt.
Da lui, però, ci si aspetta di più, vale lo stesso discorso valido per Lorenzo Pellegrini, se non gira al meglio ne risente tutta la squadra.

Nato su Vulcano, arrivato sulla Terra, innamorato della Roma. Cerco di analizzarla con Logica e Razionalità. Accetto discussioni solo se frutto di ragionamento. Lunga Vita e Prosperità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *