Carlo Mazzone – AS Roma – HD

“Con la Roma nel cuore e nell’anima”.. questo è stato il motto di Carletto Mazzone conosciuto da tutti i tifosi della Roma come : “ er sor magara “.

Dopo esser cresciuto calcisticamente nelle giovanili della Roma debuttando in prima squadra nella stagione 1958-1959, è riuscito anni dopo a coronare il suo sogno: poterne diventare l’allenatore. La sua fame calcistica e il suo esser tifoso ha reso 3 stagioni , quelle che andarono dal 1993 al 1996, memorabili. Si ricordano le sue esultanze sfrenate e quella corsa sotto la sud dopo il derby vinto per 3-0 contro la Lazio con le reti di Balbo, Fonseca e Cappioli. Considerato un secondo padre da Francesco Totti, proprio lui lo notò e lo tenne nascosto dai media durante i primi allenamenti in prima squadra.

“Senti ‘na cosa, hai visto quel ragazzino? È proprio bravo bravo, come si chiama? Vojo sapè tutto de lui, nome, cognome, età e se va sul motorino… Lo vojo in prima squadra fino a sabato, ma non da solo, chiamane altri tre, così camuffiamo, perché poi i giornalisti iniziano a scrivere: “Mazzone lancia tizio…e nun va bene”.

Chiamamelo un po’ che ci parlo. “Come te chiami ragazzì?”

“Mister mi chiamo Francesco…”

“Ciao Francesco, fino a sabato stai con noi, ma mi hanno detto che vai in motorino, lascialo sta ‘sto motorino che bene che va te piji la bronchite e me saltano i piani…”

Nel corso della sua carriera da allenatore ha cambiato molte panchine e lasciando in tutti ricordi d’amore.. Con la Roma non vinse alcun trofeo collezionando un settimo e due quinti posti ma la cosa più preziosa ancora la porta nel cuore: l’affetto e l’amore che tutto il popolo giallorosso a distanza di anni ancora prova per lui e che difficilmente verrà consumato con il passare degli anni.

 

Scritto da Emanuele Giubilei

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.