Difensori cercasi: sei giocatori che potrebbero sostituire Rüdiger

Nella frenetica estate di Monchi e della Roma la questione Mahrez sembra essere stata l’indiscussa protagonista ma, a poco più di dieci giorni dalla chiusura del mercato, la piazza chiede a gran voce anche l’arrivo di un difensore centrale. La partenza di Antonio Rüdiger direzione Londra, decisa rapidamente dopo il rifiuto di Manolas allo Zenit, ha lasciato infatti un vuoto importante nella retroguardia giallorossa, vuoto che, unito al tempo che scorre inesorabile mette pressione e paura ai tifosi. Le uscite della Roma nella tourneé americana sembravano aver tranquillizzato tutti sulla situazione difesa, ma la disfatta di Vigo ha fatto sprofondare nello sconforto e nella sfiducia la piazza (come solo Roma sa fare). Appare così di nuovo urgente la ricerca di un nuovo centrale da affiancare al difensore greco.

Abbiamo provato a stilare una lista di possibili difensori che potrebbero sostituire Rüdiger. Nel selezionarli abbiamo tenuto conto di alcuni criteri: prezzo, disponibilità al trasferimento, caratteristiche tecniche.

Niklas Stark

Niklas Stark milita nelle giovanili del Norimberga dall’età di nove anni, segue tutta la trafila nelle giovanili fino al debutto a 19 anni. Una volta in prima squadra si posano su di lui gli occhi dell’Herta Berlino in Bundesliga, complice un ottimo europeo Under19 vinto con la sua Germania. Trasferitosi nella capitale guadagna sempre più spazio fino ad imporsi titolare nella passata stagione con 27 presenza in campionato condite da un gol e un assist. nel Giugno 2017 vince anche l’europeo Under21. Stark si mette in mostra per la sua fisicità (1,90 m) e per la capacità nella lettura delle situazioni. Difensore molto intelligente e forte l’anno scorso ha chiuso la stagione con il 60% dei contrasti vinti, niente male per un giovane della sua età. Nel campionato appena concluso ha ricoperto spesso anche il ruolo di mediano davanti alla difesa dimostrando una buona duttilità.

Marc Oliver Kempf

Marc Oliver Kempf cresce nelle giovanili dell’Eintracht di Francoforte dove debutta a 17 anni. Due anni dopo passa al Friburgo dove cresce e si ritaglia il suo spazio. Nella passata stagione ha collezionato 13 presenze e si è messo in mostra per la sua abilità nel gioco aereo e nei contrasti, il suo piede preferito è il sinistro, l’ideale per giocare in una difesa come quella della Roma che dovrà impostare molto dal basso. Aiutato dalla sua stazza (1,86m) Kempf nell’ultimo campionato ha vinto 2,6 duelli aerei a partita, ben più di Rüdiger, fermo a 1,7. La sua situazione contrattuale, inoltre,  può essere favorevole per la Roma, visto che il suo accordo con la società tedesca scadrà fra dieci mesi. Al fianco di Stark ha vinto i titoli di campione europeo under 19 e 21, segnando nella manifestazione appena vinta anche un bel gol. Sarebbe probabilmente un difensore futuribile ma difficile da lanciare in una piazza, come quella di Roma, che spesso non è disposta ad aspettare.

Clément Lenglet

Profilo forse un po’ più conosciuto  (sicuramente per Monchi) quello di Clément Lenglet. Il difensore transalpino debutta nel suo Nancy a diciotto anni raccogliendo 83 presenze in tre anni e mezzo condite da 2 assist e altrettante reti. Portato questo gennaio al Siviglia dal DS giallorosso, il francese, è un calciatore molto maturo. Capitano del suo Nancy a venti anni, Lenglet si è distinto da sempre per la sua autorità, sicurezza, maturità. Di piede sinistro anche lui, è molto abile nell’impostazione palla a terra e veloce nei recuperi, il tutto abbinato ad ottimo colpo di testa e una spiccata capacità nella lettura delle situazioni. L’anno scorso ha chiuso il campionato con il 78% di contrasti vinti, Rüdiger con il 68%, anche se il tedesco ha giocato di più.

difensore

Maurico Lemos

Altro nome gradito a Monchi sembra essere quello dell’uruguaiano Mauricio Lemos. Il difensore sudamericano arriva in europa nel 2015, prima al Rubin kazan, poi si trasferisce nelle Canarie, dove si fa notare dal grande pubblico. In maglia gialloblu ha messo a segno cinque reti in 23 presenze nello scorso campionato. Lemos associa una possente fisicità (1,85 m) ad un’ottima velocità, l’uruguaiano dispone inoltre di una tecnica notevolissima che ama sfoggiare (anche con tiri dalla lunga distanza). Come tutti i calciatori citati fino a questo momento nella lista, è un classe 95 e ciò fa di lui un prospetto ancor più interessante. Nella stagione conclusasi a maggio, Lemos ha raccolto la media di 1,7 intercetti a partita, Rudiger si è fermato a 1, ben diverso è invece il confronto sui contrasti aerei.

Rodrigo Caio

Il brasiliano classe 93 è un giocatore mai visto in Europa e quindi un’incognita nel nostro calcio, ma in Sud America lo conoscono bene e ne parlano un gran bene. Rodrigo Caio è un difensore veloce che fa della tecnica la sua dote migliore con l’88% di passaggi arrivati al destinatario. Anche se perfezionabile difensivamente si è imposto come un giocatore affidabile e tra i migliori nel panorama sudamericano. Campione olimpico a Rio 2016 e vincitore di una Copa Sudamericana è diventato uno dei leader del São Paulo. Potrebbe forse essere un azzardo puntare su un giocatore che viene dall’altra parte del mondo (anche calcistico), ma a Roma i brasiliani hanno una gran tradizione. Caio dispone inoltre del passaporto italiano, nessun problema quindi per il tesseramento.

rodrigo caio

Aleksandar Dragovic

Più affermato e con tanta voglia di riscatto si presenta Dragovic, classe 91 esploso nel Basilea e arrivato ora al Bayer Leverkusen. Il difensore austriaco può contare su un’ottima struttura fisica e una discreta velocità per coprire il campo alle sue spalle. Abile nei recuperi Dragovic è poi bravo a far ripartire l’azione con precisione, usa i due piedi indifferentemente e con molta qualità (mai sotto l’84% di pass accuracy in carriera) caratteristica perfetta per le squadre che risalgono il campo palla a terra.  A 26 anni il difensore del Bayer è maturo e pronto per una grande chance ma non sarà probabilmente facile strapparlo alle aspirine.

 

Nato nel 1997 lontano da Roma, ma con la Roma nel cuore. Studente di lettere. Amo lo sport in ogni sua forma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *