Cronaca Sbagliata di Frosinone-Roma 2-3

Per la venticinquesima giornata di Serie A va in scena Frosinone-Roma
Tra i pali Olsen, portiere svedese che pia gol pe colpa del vento in Italia, é come un napoletano che se fa fregà l’orologio a Milano…
Difesa a 4 con Santon, Kostas “CheDioTePreserviQuellaCavigliaGreca” Manolas, un Fazieggiante Marcano e Kolarov.
A centrocampo Nzonzi messo li pe fa sembrà Dazn veloce, De Rossi e Pellegrini.
Esterni El Shaarawy ed Perotti alla prima da titolare dopo l’entrata in vigore dell’Euro.
Centravanti Odino “Sventrapapere” Dzeko.
Minuto uno: Danza dei granchietti pe Santon titolare.
Quinto: Nzonzi.exe smette di funzionare, Ciano tira, Olsen é talmente confuso da colpirsi da solo. 1-0
Ventesimo: Lo zigomo de Cibsah dovrebbe sta almeno 15 centimetri piú in basso, pare n’incrocio tra Pamela Prati e Idris.
Ventiduesimo: Cross di Perotti per El Shaarawy, curiosità statistica, l’ultimo cross di Perotti era servito per un gol di Vincenzino Montella.
Trentesimo: Palla in area de rigore, Goldaniga cerca de fasse acquistà dalla Roma addormentandose da vero difensore giallorosso, Odino lo aiuta. 1-1
Trentaduesimo: Tiro di El Shaarawy, Sportiello respinge, Pellegrini ce se fionda che pare un laziale in un negozio de sciarpette, 1-2.
Piccola curiosità statistica, Pellegrini l’ultimo gol in campionato lo aveva fatto di tacco, mo non me ricordo a chi peró…
Quarantesimo: Nzonzi corre ad abbracciare Dzeko per il gol del pareggio.
Cinquantesimo: anche Dazn aggiorna il risultato sull’1-1.
Cinquantatreesimo: Manganiello tocca piú palloni de Viviani.
Sessantesimo: Entra Molinaro tra lo stupore generale, faceva le elementari co Garibaldi.
Sessantacinquesimo: Dentro Zaniolo diffidato, le mie bestemmie si fanno talmente tanto convincenti che Gesú in persona a fine partita m’ha autografato la bibbia che ho a casa.
Settantaduesimo: Il frosinone é l’unica squadra del Lazio al momento senza coppe europee…ah no, aspé…
Settantasettesimo: Manolas se rompe, Gesú in via precauzionale se leva la tunica cercando de mimetizzasse cor divano.
Ottantesimo: De Rossi, Marcano e Kolarov parono er maggiordomo de Tomb Rider e continuano a corre verso er pallone, palla a Pinamonti solo in area 2-2
Ottantunesimo: Gesú, sempre piú impaurito se ripara sotto ar tavolo.
Ottantaseiesimo: Sento laziali parlà ciociaro, ah no aspè, questo é normale.
Novantacinquesimo: lancio de De Rossi per El Shaarawy che la mette dentro, Odino arriva col cazzo in mano tipo na mazza da baseball e fa 2-3.
Novantaseiesimo: Er vento é un problema, ma a meno 6 se sta peggio.
Mezzanotte e 5: Nzonzi telefona a Dzeko complimentandose del gol.

Nato nel Delaware per volere della Mafia di Boston, la sua istruzione é stata finanziata coi fondi neri della Massoneria. Il suo sogno nel cassetto é cambiare il cognome in Baldissoni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.