Cronaca Sbagliata di Genoa-Roma 1-1

Roma a Genova con Mirante tra i pali, difesa a 4 con Kolarov, un Florenzi che quando attacca pare n’ala e quando difende pare n’ala, Fazio e Manolas in una de quelle serate in cui hai appena dato 10 euro ar bangladino che t’ha lavato la macchina e inizia a piove terra.
A centrocampo la gioia dell’Inps che alla sede ar tuscolano ha montato un maxischermo pe fa gode ai suoi dipendenti la prestazione centoquattristica de Cristante e Nzonzi.
Zaniolo largo a destra piú spaesato de un terrapiattista a Sidney, El Shaarawy largo a sinistra.
Pellegrini sulla trequarti a dare qualità all’uscita palla al piede del Genoa, Dzeko centravanti.
Minuto 1: C’è talmente tanto olezzo de pesce che le mamme dei laziali vanno a Genova tre volte a settimana.
Minuto 6: Adani aggiorna i telespettatori sull’interessantissima statistica di quante volte Radovanovic ha tirato in porta da inizio stagione.
Minuto 12: Nzonzi aggiorna i compagni sul vantaggio dell’Atalanta a Roma sulla Lazio.
Minuto 19: Palla in area genoana, Fazio stacca e la mette in porta, a Gesù l’effetto della Pasqua é già passato, solleva Radu e lo tira sur pallone…parata.
Minuto 26: Cristante chiede all’arbitro se possiamo rifà le squadre.
Minuto 38: Zaniolo è piú solo de no juventino a Torino.
Minuto 45: Tiro numero 48 in stagione per Radovanovic.
Minuto 66: Entra Schick con un grazioso elastico rosso che abbinato alle movenze lo fa assomiglià a na Twingo del 2003.
Minuto 73: Entra Pandev con la sua classica pettinatura che pare che j’hanno appena sbattuto un cazzo sulla capoccia.
Minuto 82: Assist di Dzeko, El Shaarawy la mette dentro 0-1
Minuto 87: Nzonzi e Cristante si abbracciano per il vantaggio della Roma.
Minuto 89: Entra Karsdorp, fuori i servizi medici iniziano ad accende l’ambulanza.
Minuto 91: Romero, alto un metro e na vigorsol, anticipa 4 sallucchioni de 1,90 e pareggia.
Minuto 93: Mirante, pe svià i sospetti atterra un attaccante del Genoa in area, rigore!
Minuto 94: Batte Sanabria, non serve dire altro.

Nato nel Delaware per volere della Mafia di Boston, la sua istruzione é stata finanziata coi fondi neri della Massoneria. Il suo sogno nel cassetto é cambiare il cognome in Baldissoni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.