Cronaca Sbagliata di Genoa-Roma 1-3

Roma a Genova per la prima del girone di ritorno.
In porta Pau Lopez in una de quelle serate in cui se je tirano na Polo la respinge cor cambio olio e filtri fatto.
A sinistra Spinazzola ancora cor trolley invece del borsone, Santon a destra che vince il ballottaggio con Bruno Peres. In pratica era come sceglie se tagliasse le palle con le forbici o col taglierino.
Centrali Mancini e Smalling a fa sembrà l’addio al calcio n’opzione tutto sommato accettabile a Pandev.
A centrocampo Diawara c’ha un cazzo talmente imponente che come ha messo piede a Genova j’hanno fatto il calco pe usallo come modello pe rifà er ponte.
Veretout vicino a lui così elegante da raccoglie Behrami dalla panchina co na busta perché lo aveva scambiato per la cacca del cane suo.
Under ala che vestito de bianco pareva un taxi, Kluivert dall’altra parte.
Pellegrini sulla trequarti a cercà de capì quale strano ragionamento ha portato la fascia de capitano del Genoa sul braccio de Biraschi e non de Pandev.
Centravanti Odino, preferito a Giraud per l’occasione.

Minuto 1: Partita ferma pe consentì ad Under de finisse i supplì.
Minuto 6: Gol di Under che poi rivelerà che stava soltanto calciando via il pallone per raccogliere il pezzo di panino che gli era caduto.
Minuto 8: Genova puzza talmente tanto de pesce che so arrivate le mamme dei laziali allo stadio attratte dall’odore.
Minuto 16: Il segnale de Sky va via un attimo: Rigore per la Lazio.
Minuto 26: L’Inter chiama Petrachi perché vuole Spinazzola, in cambio offre Politano.
Minuto 27: L’Inter chiama Petrachi perché non é convinta di volere Spinazzola e di dare Politano.
Minuto 28: L’Inter chiama Petrachi perché Spinazzola se lo puó pure tené visto che é rotto.
Minuto 44: Gol de Spinazzola.
Minuto 45: Gol de Pandev che approfitta della disattenzione della difesa romanista distratta da quella cazzo de pettinatura ipnotica del macedone.
Minuto 60: Sturaro é utile quanto un set de pentole in Angola.
Minuto 65: Tamponamento fuori dallo stadio di Genova: Rigore per la Lazio.
Minuto 73: Perin rinvia con la stessa cura con la quale Fishball preserva la sua verginità, gol de Odino.
Minuto 74: Bellissimo l’abbraccio tra Dzeko ed Eriksen dopo il gol.
Minuto 88: Entra Bruno Peres, proprio a scoattassela così eh Fonsé?
Minuto 89: Passaggio millimetrico di Bruno Peres per il quarto uomo.
Minuto 90: Non tutti lo sanno ma Bruno Peres in brasiliano significa: Porca Puttana troia sto cofano entra nelle rotazioni sul serio?
Minuto 95: Bella Genova, nun famo che mo sparite e nun ve fate vedé più l’anno prossimo eh?

Nato nel Delaware per volere della Mafia di Boston, la sua istruzione é stata finanziata coi fondi neri della Massoneria. Il suo sogno nel cassetto é cambiare il cognome in Baldissoni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.