Cronaca Sbagliata di Roma-Inter 2-2

Per il posticipo della quattordicesima giornata di Serie A, va in scena Roma-Inter.

La Roma si presenta con Robin Olsen in porta, ribattezzato simpaticamente dai tifosi della Roma: “Rinvia lungo li mortacci tua”.

Difesa a 4 composta da Santon sulla destra, Manolas svincolato dai soliti compiti di marcatura a uomo su Fazio e Jesus centrali, Kolarov terzino sinistro la cui postura ricurva in avanti gli impedisce di crossare alto.

Steven “Hawking” Nzonzi e Cristante coppia centrale di centrocampo, Zaniolo davanti a loro senza mutande per favorire il contatto delle sue palle sulla testa pelata di Borja Valero.

Under largo, piú lontano possibile dalla porta per avere maggiori possibilità di far gol, Florenzi dall’altra parte a dare un tocco di sensibilità all’attacco grazie a dei graziosissimi baffetti alla Freddy Mercury.

Patrick Schick unica punta a ricordare al mondo che in mezzo al suo numero 14 ce sarebbe stato bene no 0…almeno per l’Inps.

Minuto 1: Come da prassi consolidata, i tifosi ospiti intonano cori in onore degli ospiti per eccellenza…

Minuto 12: Passaggio filtrante di Nzonzi per Schick che per grazia e precisione ricorda la scena in cui i Fichi D’India escono fuori dal culo del tacchino del ringraziamento in un Vacanze di Natale.

Minuto 21: Momenti di euforia in casa Inter: a Borja Valero stanno ricrescendo i capelli!…ah no, so i peli der cazzo de Zaniolo…

Minuto 27: Palla a Florenzi in area dopo una grande azione di Schick (sono serio), tiro che si stampa sul palo…

Minuto 28: Mi suona il telefono, era il parroco della mia zona che se lamentava della figura di merda che gli stavo facendo fare, scusa Don Bruno.

Minuto 31: Attimi di terrore in Curva Sud per colpa di un giornale che ha preso fuoco per colpa di uno dei riflettori dello stadio che sbatteva sulla capoccia di Spalletti e faceva l’effetto lente d’ingrandimento sulla carta

Minuto 36: Zaniolo entra in area di rigore dell’Inter e punta la porta, poi viene colto da malore e si accascia nonostante il tentativo eroico di D’Ambrosio di tenerlo sia con le mani che con le gambe.

Minuto 37: Gol dell’Inter favorito dall’errore in campo aperto della Mamma di Rocchi e di tutti i suoi papà

Minuto 46: Calorosa accoglienza di tutto lo stadio al rientro in campo dell’arbitro dopo che tutti i presenti hanno avuto modo di vedere la sua ottima prestazione del primo tempo coi propri telefonini , questi sono i momenti che ci piacciono

Minuto 51: Under tira na sassata che se Handanovic ce mette na mano diventa Bebe Vio…1-1

Minuto 53: Manolas si accascia a terra dolorante, il cristo sulla croce che porto al collo si mette il braccio davanti al volto per ripararsi, ma poi il greco si rialza.

Minuto 60: Schick riceve palla e punta la porta inseguito da un difensore…ma parte co no sprint degno de n’incrocio tra Bombolo e Masciarelli e la perde

Minuto 66: Angolo dell’Inter, gol di Icardi: 2-1

Minuto 73: Brozovic se crede de esse in una puntata de Mila e Shiro, rigore paa riomma.

Minuto 74: alla quattordicesima giornata si scopre finalmente chi tira i rigori della Roma: Kolarov. 2-2

Minuto 83: Entra Pastore nell’incredulità generale, mi nonna me chiama e dice che allora potrebbe torná pure er padre disperso nella grande guerra.

Minuto 91: Spalletti ha una crisi epilettica e viene allontanato dall’arbitro, si giustificherá poi dicendo che stava interpretando in chiave moderna YMCI dei Village People.

Minuto 95: Partita finita, fortuna che la mamma de Rocchi ha ancora gli sconti del Black Friday <3

Nato nel Delaware per volere della Mafia di Boston, la sua istruzione é stata finanziata coi fondi neri della Massoneria. Il suo sogno nel cassetto é cambiare il cognome in Baldissoni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.