Cronaca Sbagliata di Roma-Juve 1-2

Per l’ultima giornata del girone d’andata all’Olimpico arriva la Juventus.
Fonseca schiera Pau Lopez in porta che da quando é a Roma ha visto più dischetti de me quando da regazzino andavo al mare e fermavo ogni marocchino senza compranne mai manco uno.
Difesa a 4 con Florenzi in marcatura su Ronaldo, credibile quanto la Gregoraci che ha sposato Briatore per amore, Kolarov dall’altra parte con la 104 che je corre dietro al ritmo de Varenne.
Centrali Mancini e Smalling che insieme fanno er peso de Higuain.
A centrocampo Diawara se protegge dal freddo legandose il cazzo attorno al collo, Veretout vicino a lui per facilitare l’uscita bassa. Più o meno.
Zaniolo esterno dura quanto la verginità de Chadia Rodriguez.
Sulla trequarti Pellegrini, in una de quelle serate in cui le uniche palle che tocca so le sue sotto la doccia a fine partita.
Perotti largo a far sembrare la corsia de sinistra il reparto de Geriatria del San Raffaele.
Centravanti Edin Dzeko a togliermi ogni residua possibilità almeno de un decoroso purgatorio.

Minuto 1: Minuto 3 sul campo.
Minuto 2: Gol de Demiral, che é l’anagramma de “il merda”, così, per dire.
Minuto 9: Veretout prova a fa er cosplay de Nzonzi, rigore per la Juve.
Batte Ronaldo, l’ultimo rigore parato da Lopez era proprio a Ronaldo. Luis Nazario da Lima.
Minuto 15: Partita ferma per consentire all’Inps di conferire a Kolarov il tagliandino per il parcheggio arancione Honoris Causa.
Minuto 26: La regia inquadra Bruno Peres, parte Avast su tutti i telefonini dei presenti allo stadio.
Minuto 34: Zaniolo diventa romanista davvero. Dentro Under.
Minuto 35: Higuain vede Under e se sente snello.
Minuto 45: Diawara scambia Matuidi per il suo pisello e tenta di rimetterselo nelle mutande.
Minuto 58: Rigore per la Roma, batte Perotti, Szczesny rimette direttamente la palla a centrocampo.
Minuto 54: Entra Higuain, in forma.
Il rotondo é na forma.
Minuto 60: Grande idea de Smalling che strofina na salamella sulla bandierina del calcio d’angolo in modo che Higuain sia attratto dall’odore e stia lontano dalla porta.
Minuto 67: Partita ferma perché la Roma é in 10, non si trova Florenzi.
Minuto 68: Mistero risolto, Higuain lo aveva mangiato.
Minuto 75: Non tutti sanno che Bruno Peres in brasiliano significa “Sacco de iuta ripieno de peli der naso”
Minuto 80: Gol mangiato da Higuain, questa era facile.
Minuto 82: Entra Kalinic, utile quanto un paio de guanti a 5 dita per un napoletano dopo Capodanno.
Minuto 90: Molto simpatico sto 2020, dai che mancano solo 350 giorni e spicci.

Nato nel Delaware per volere della Mafia di Boston, la sua istruzione é stata finanziata coi fondi neri della Massoneria. Il suo sogno nel cassetto é cambiare il cognome in Baldissoni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.