Cronaca Sbagliata di Roma-Napoli 2-1

Per la giornata numero 10+1 (Non utilizzeremo quel numero per non urtare la sensibilità dei tanti tifosi in flanella che ci leggono), la Roma ospita il Napoli.
Fonseca schiera il solito 4231 con Pau Lopez in porta, scelto perché Mirante portava l’orologio e non era molto sicuro schierarlo.
In difesa Spinazzola e Kolarov laterali a fa tornà Di Lorenzo e Mario Rui ai tempi dell’Empoli.
Centrale Cetin a da talmente tante botte a Mertens che a na certa Sky ha cambiato il logo e messo quello de SmackDown.
Smalling altro centrale in una de quelle giornate talmente tranquille che il té delle 5 lo ha anticipato alle 4 perché tanto era abbastanza libero.
Davanti alla difesa Mancini, talmente dominante che quella sul rigore de Veretout nun era na preghiera, era un colloquio alla pari.
Veretout accanto a lui ad appoggiar prepuzi sulle spalle de Ruiz e Zielinski.
Zaniolo largo da na parte a cui mancano solo altre 2 interviste de Capello pe puntà alla scarpa d’oro, Kluivert dall’altra più in crescita del pisello mio sul lancio de Mancini sul gol de Zaniolo.
Trequartista Pastore, talmente fomentato che se erutta er Vesuvio guarda male la lava e quella rientra.
Centravanti Odino, ormai talmente lanciato nel porno che a na certa se leva la maschera.

Minuto 1: Talmente tanti fischi per Manolas che a na certa credevo avessimo ripreso quel salvadanaio de liquido seminale de Schick.
Minuto 4: Partita sospesa perché é sparito l’orologio de Rocchi.
Minuto 15: Partita sospesa di nuovo per cambiare il pallone perché era troppo gonfio e quindi più alto de Mario Rui.
Minuto 19: Lancio pornografico de Mancini per Spinazzola, palla dietro per Zaniolo che spolvera l’incrocio 1-0.
Minuto 25: Callejon se la sente n’attimo De Ligt, rigore paa Riomma.
Minuto 26: Kolarov lo calcia con la stessa voglia con cui a Napoli passano all’ora legale.
Minuto 35: Smalling appoggia le palle sulla testa de Mertens senza manco saltà.
Minuto 45: Pastore ha strappato più palle de Pacciani.
Minuto 55: Mario Rui volteggia che pare Lorella Cuccarini, purtroppo la palla je sbatte sul braccio. Aririgore paa Riomma.
Minuto 56: Veretout segna grazie al dialogo tra Mancini e Dio che patteggiano un tocco di Meret ma il gol.
Minuto 65: Esce Mertens, per l’occasione su due sole zampe.
Minuto 70: Pastore mozzica talmente tanto che l’avevo scambiato per quella cagna della moglie de Collum.
Minuto 76: Gol de Milik pe facceli crede de più.
Minuto 80: Santon trequartista é na chiara provocazione de quer coatto de Fonseca al Napoli.
Minuto 84: Veretout é talmente elegante che pe masturballo Ruiz usa i guanti.
Minuto 96: Rosso per Cetin che prova a portasse a casa na gamba de Llorente.
Minuto 96: La tira Milik.

Nato nel Delaware per volere della Mafia di Boston, la sua istruzione é stata finanziata coi fondi neri della Massoneria. Il suo sogno nel cassetto é cambiare il cognome in Baldissoni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.