Cronaca Sbagliata di Roma-Porto 2-1

Per gli Ottavi di finale di quella coppa che non nomineremo per non urtare la sensibilitá degli amici in flanella, la Roma affronta il Porto.
In porta spazio a Mirante che con questa presenza nella massima competizione continentale supera un mostro sacro come Milinkovic Savic.
Difesa che sprizza trisomia da tutti i pori, Florenzi a destra al posto di Karsdorp che sentiva la saudade de ortopedia, Manolas e Federicoo “36k” Fazio al centro, Kolarov a sinistra, talmente amato da vedersi dedicare anche uno striscione dai suoi tifosi.
A centrocampo Cristante e Pallegrini a prende a calci il povero Danilo Pereira che pareva na giornata tipo a Casapound.
De Rossi torna perno centrale dopo esse mancato quanto sta a mancà na cappella per motivi diversi a Paolo Brosio ed a Marina La Rosa sull’isola.
El Shaarawy largo da na parte, Zaniolo largo dall’altra in una forma chr potrebbe ridipinge la Cappella Sistina tenendo il pennello col cazzo.
Odino unica punta che quando vede la Champions pare mi moje davanti alla vetrina de Akire.
Primo minuto: so biancoazzurri, li ospitiamo a Roma, hanno Conceicao, cantano Roma merda ma nun sete voi, rilassateve
Ottavo minuto: la moglie de Conceicao prende piú falli de Dzeko.
Ventesimo: Fazio anticipa l’attaccante del Chievo con grande puntualitá.
Trentaseiesimo: Caressa elogia per la ventesima volta la possente muscolatura de Soares, continuando a chiamallo Toquinho.
Minuto cinquantadue: Zaniolo appoggia le palle su Telles nascondendolo alla vista dell’arbitro che sospende la partita per ricontare i portoghesi
Sessanta: Conceicao strilla verso Di Francesco che si infastidisce perché il fiato gli puzza di pene.
Minuto settanta: palla in area per Dzeko che la passa a Zaniolo che incrocia col destro mettendola proprio dove Casillas arriva domani. 1-0
Settantasei: Tiro di Odino, palo, arriva Zaniolo che se fionda sul pallone con la stessa foga de un cinquantenne che alle 10:30 ancora non ha dato il buongiornissimo su facebook…2-0
Settantasette: I laziali mettono Rete4
Settantanovesimo: Gesù se accorge che sta a giocá la Roma e se inventa un bug spaziotemporale che manda il Porto sull’1 a 2.
Ottantaseiesimo: Contropiede gestito da Nzonzi, e basta, non serve aggiungere altro.
Ottantasettesimo: Kolarov tenta de staccà la faccia dal corpo de Casillas.
Novantesimo: Zaniolo con i 2 gol in Champions supera quelli fatti da una leggenda come Mauro Icardi.

Nato nel Delaware per volere della Mafia di Boston, la sua istruzione é stata finanziata coi fondi neri della Massoneria. Il suo sogno nel cassetto é cambiare il cognome in Baldissoni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.