Cronaca Sbagliata di Roma-Real 2-2

Per il trofeo “MaNeraMejoNaCoppaDeDecathlon?” va in scena Roma-Real Madrid, piccolo retroscena, inizialmente volevano chiamare la Lazio ma non é periodo de cicoria, quindi hanno ripiegato sulla Roma.
In porta Pau Lopez che si chiama così per una svista dell’impiegato dell’anagrafe, il padre voleva registrarlo come Paulo Pez.
Difesa a 4 composta da Florenzi, un Fazio tornato in versione pre-demenza senile, Jesus che ormai je mancano solo le macchie de leopardo e poi c’ha er culo de Elettra Lamborghini e Kolarov.
La mediana vede il participio presente di Cristo ed i fedeli che vengono a Roma per lui.
Perotti da una parte, Under dall’altra a far passare na bella serata ar poro Militao.
Trequartista Zaniolo in una de quelle serate in cui se deve arrotolà er cazzo per non farlo uscì dai pantaloncini.
Unica punta Edin “Appiano Gentile” Dzeko.
Minuto 1: Hazard se sta a trasformà in un bozzo.
Minuto 5: Brutto gesto di Jesus che twerka su Benzema.
Minuto 12: Stop di 1 minuto per annaffiare il trofeo.
Minuto 16: Invasione di campo da parte di Ficarra che entra in area della Roma col pallone e fa gol, l’arbitro incredibilmente convalida… 1-0 Real.
Minuto 20: Nzonzi accende il televisore per vedere la partita.
Minuto 25: Zaniolo da una pisellata in testa a Militao e je sposta la riga de inizio dei capelli ancora più indietro.
Minuto 34: Zaniolo tratta Nacho con la stessa delicatezza con cui la natura ha trattato la moglie de Renzi, palla al centro, Perotti ce se fionda che pare Higuain su un buffet… 1-1
Minuto 39: Gol di Casemiro in fuorigioco millimetrico, tra lui e l’ultimo difensore ce entrava un boeing 747 de traverso… 2-1 Real.
Minuto 40: Il vantaggio del Real dura quanto un periodo de non gravidanza de Wanda Nara 2-2 Roma, gol de Meazza.
Minuto 40: Rettifica, era Dzeko.
Minuto 52: Kolarov di testa per Cristante che gliela ridà di testa, ancora Kolarov di testa per Cristante che gliela ridà di testa, si entra in un loop spazio temporale che porta diretti alla nascita de Schick.
Minuto 63: Militao entra con un ritardo Nzonziano su Zaniolo, ammonito.
Minuto 75: Finalmente entra quel silos de peli pubici de Schick.
Minuto 78: Schick quasi sfiora la palla ma poi se ricorda de esse una damigiana de catarro.
Minuto 90: Si va ai calci di rigore.
Kolarov gol, Kroos gol, Under gol, Isco gol, Lazio merda, Schick cofano de mestruo, Antonucci gol, Bale gol, Cristante gol, Marcelo traversa, Per fare una sedia ci vuole la legna, per fare la legna ci vuole un albero, per fare un albero ci vuole un seme, per fare un trofeo ci vuole un bonsai.

Nato nel Delaware per volere della Mafia di Boston, la sua istruzione é stata finanziata coi fondi neri della Massoneria. Il suo sogno nel cassetto é cambiare il cognome in Baldissoni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.