Cronaca Sbagliata di Roma-Spal 3-1

La Roma ospita una squadra bianco-azzurra con un passato ricco di serie B ed un nome che non corrisponde a nessuna città italiana.
No, non é il derby…
Pau Lopez in porta a toccare meno palle de Paolo Bitta sotto la doccia.
In difesa torna Florenzi, al rientro da titolare con la nuova regola dei 3 punti per vittoria.
Centrali Cetin e Fazio, più improvvisati de Verdone che organizza Ferragosto.
A sinistra Kolarov compone il tridente della Spal con Paloschi e Petagna.
Diawara regista a ridonamme la serenità dell’utero de mamma, Veretout vicino a lui a rende la serata de Murgia n’infanzia a Beirut.
Sulla trequarti lo spisellante Pellegrini fa diventare Vicari signorinella.
Zaniolo e Perotti sugli esterni a rende Cionek e Igor utili quanto lo zucchero a velo sur pandoro il giorno dopo che lo apri.
Centravanti Odino, in una de quelle serate in cui più che vedello lo senti, come disse quello dietro a Bocelli in ascensore.

Minuto 6: Florenzi arriva in ritardo perché se ricordava che il campo era il Flaminio.
Minuto 14: Cetin inizia la sua serata di percosse e soprusi verso il povero Paloschi.
Minuto 20: Fazio tiene al sicuro la porta della Roma quanto Malgioglio tiene al sicuro il suo retto.
Minuto 25: Su Youporn non c’é ancora una sezione dedicata ai cambi de gioco de Diawara.
Minuto 30: Cetin piscia nelle borracce d’acqua della Spal.
Minuto 38: Pellegrini pianta il cazzo così a fondo in Missiroli che per osmosi stupra la nonna e diventa lui stesso il nonno di Missiroli.
Minuto 44: Kolarov decide de famme bestemmià così potente da fa nasce Gesù dopo Capodanno.
Minuto 45: Rigore per i bianco azzurri, gol de Immo…ah no, Petagna.
Minuto 50: Cetin non ricicla la plastica e credo non faccia manco la differenziata.
Minuto 53: Mezzo cross di Pellegrini ed autogol del calciatore bianco azzurro, Paolo Negro se non ricordo male.
Minuto 57: Cetin non chiude l’acqua mentre se insapona sotto la doccia.
Minuto 66: Rigore paa Riomma, batte Perotti, ormai ai livelli delle mamme dei laziali. 2-1
Minuto 72: Veretout c’ha un cazzo talmente grande che gioca co tre parastinchi.
Minuto 83: Gol de Mhktyrtyn, alcuni tifosi abbandonano lo stadio per paura de dovello pronuncià all’annuncio de Vespasiani.
Minuto 85: Entra Floccari, spero je diano un rigore.
Minuto 89: Paloschi ottiene un’ordinanza del giudice che impone a Cetin di non avvicinarsi a più di 30 metri da lui.
Minuto 90: Se vedemo l’anno pross…ah no…

Nato nel Delaware per volere della Mafia di Boston, la sua istruzione é stata finanziata coi fondi neri della Massoneria. Il suo sogno nel cassetto é cambiare il cognome in Baldissoni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.