roma trabzonspor

Cronaca sbagliata di Roma – Trabzonspor 3-0

La domanda che me fanno piú spesso sto periodo dopo: “Ma che é quella bambola con la foto de Schick attaccata sopra in cui stai a infilá quegli spilli?” é: “Manuel ma la Cronaca Sbagliata?”
La risposta é la stessa a tutte e due le domande, fateve i cazzi vostri.
Comunque, visto che ormai sto a scrive vedemo che esce fuori.
Roma che scende in campo nel ritorno di Conference con Rui Patricio a difendere i pali, ma non come faceva Pau Lopez, stavolta davero.
Difesa a 4 con Vina laterale sinistro a fare a sportellate con Bruno Peres, uno che quando c’é da fare a sportellate é il numero uno, chiedetelo ad un muro qualsiasi a Tomba de Nerone.
Centrali Mancini ed Ibanez in una de quelle serate che se Bossi je vede dentro le mutande li candida con la Lega.
A destra Karsdorp, o come amano chiamarlo i telecronisti di Dazn Kasdoffffffffffff.
A centrocampo Cristante, per l’occasione piú Cristo che Ante.
Veretout accanto a lui a rendere l’eutanasia una prospettiva quasi allettante per Hamsik.
Sulla trequarti Mhkhnmnhkkhtryan, uno che in confronto al Trabzonspor se chiama Aldo.
Zaniolo dall’altra parte a far sembrare Gervinho un signore de mezza etá col riporto de mezzo metro.
Trequartista Pellegrini in una de quelle serate che se smette de usá er preservativo risolve il problema dell’inquinamento da plastica.
Centravanti Abraham, uno che ha 24 anni ma da come gioca sembra che i 24 anni siano per gamba. Quindi 72.
Minuto 1: Bruno Peres entra in campo nel boato dei tifosi avversari. Gli succede spesso in effetti.
Minuto 2 : Trabzonspor che scende in campo con una maglia in stile Lazio per ricordare a tutti che il cattivo gusto non é prerogativa esclusiva delle campagne del basso Lazio.
Minuto 3: Se Abraham se spoja nudo a Natale pare la pubblicitá della Sperlari.
Minuto 8: Mancini tratta Gervinho come gli Trump tratterebbe un piatto de Tacos.
Minuto 14: Ibanez non accetta che in campo ci sia Cornelius e non Djannini, quindi con pacatezza ma fermezza rimuove una spalla a Cornelius.
Gesto molto romanista.
Minuto 16: Pellegrini batte un calcio d’angolo la palla scende e sblocca Maccabi-Shakter Karagandi. 1-0.
Minuto 20: Cristante recupera un pallone e riparte, palla a Karsdorp che gliela riappoggia, Bryan spara no scaldabagno a filo d’erba che se Cakir ce mette na mano diventa un Bruno Peres pure lui. 1-0.
Minuto 30: Colpo de testa di un attaccante turco da 2 metri, Rui Patricio fa na parata che San Bartolomeo ha bestemmiato me pe vendicasse de quello che ha subito in questi ultimi anni.
Minuto 35: Terza parata de Rui Patricio che eguaglia quelle fatte da Pau Lopez nella stagione 2019/2020.
Minuto 45: Abraham pe lavasse la schiena se insapona la cappella.
Minuto 49: Capocciata de Tammy che finisce sul palo. Secondo palo preso in 2 partite, altri 2 e qualche laziale inizierá a chiamarlo “mamma”.
Minuto 65: Zaniolo parte uno contro uno con un difensore loro che prova a spostarlo ma finisce pe rimané incinta. 2-0.
Minuto 66: Zaniolo per esultare rimane a terra, per un attimo San Bartolomeo trema e mi guarda con gli occhi sbarrati pensando a quello che potrebbe succedere.
Poi Zaniolo si rialza e gli animi si distendono.
Minuto 72: Esce Bruno Peres, purtroppo verticale.
Minuto 84: El Shaarawy, appena entrato, imbocca in area, punta e salta praticamente tutta la difesa turca con la difficoltá con cui Dipré s’é portato a casa Sara Tommasi. 3-0.
Minuto 91: Comunque sete na bella squadra amici turchi, Bruno Peres é stato un ottimo ingaggio, secondo me ve manca solo un trequartista fantasioso e tecnico…chi potreste piá? Fatemece pensà aspé…ao, ma sapete che forse uno ve lo potemo da noi????

Nato nel Delaware per volere della Mafia di Boston, la sua istruzione é stata finanziata coi fondi neri della Massoneria. Il suo sogno nel cassetto é cambiare il cognome in Baldissoni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.