Cronaca Sbagliata di Roma-Trastevere

Avviso: in questa cronaca saranno presenti pubblicitá subliminali atte a convincere Higuain a venire a Roma.
A Trigoria va in scena il vero derby della capitale, senza compagini mezze ciociare improvvisate .
Roma che si presenta con Olsen tra i pali per sensibilizzare i tifosi a non discriminare chi é senza braccia. Forza Robin, siamo tutti uguali.
Difesa a 4 con Rick “SeStarnutiscoMeFratturoDuCostole” Karsdorp, Fazio, Capradossi e Kolarov.
A centrocampo Nzonzi detta i tempi (per questo il primo tempo è durato 76 minuti), Cristante vicino a lui.
Sulla trequarti Florenzi largo a sinistra nel ruolo numero 85 della sua carriera, Antonucci centrale ed Under a destra.
Unica punta Odino “Linate” Dzeko.
Minuto 1: Amatriciana, carbonara e carciofi alla giudia
Minuto 3: Cross di Perisic, Dzeko di testa 1-0
Minuto 6: Punizione di Kolarov che prova una nuova idea che potrebbe rivoluzionare il calcio: non tira rasoterra. 2-0
Minuto 9: Autolesionismo di Under che rinuncia al sio nome e firma il 3-0
Minuto 12: Gricia e cacio e pepe
Minuto 13: gnocchi
Minuto 16: La Roma continua a segná, pareva Fiorentina-Roma a na certa…
Minuto 24: Frittura de pesce a Fiumicino
Minuto 39: Nzonzi é al minuto 14
Minuto 45: Olsen potrebbe effettuare una parata, ma poi pensa che questo gli rovinerebbe la media ed evita.
Minuto 46: Dentro Perotti, Schick, Pau Lopez, Jesus, Bistecca ai ferri, tiramisù, pollo alla romana, fettuccine ai funghi porcini.
Minuto 49: Gol di D’Urso che esultando piange per finta come omaggio a mamma Barbara.
Minuto 54: Lazio merda
Minuto 60: Santon da mediano é utile quanto er negozio della Scorpion Bay a Roma est
Minuto 70: Entra Mancini, fa rima con porcini e involtini.
Minuto 75: Schick é ancora tra noi nonostante Ramsey.
Minuto 80: Nzonzi chiede quando inizia il secondo tempo.
Minuto 88: Fettuccine allo scoglio, cannelloni e lasagne.
Minito 90: Veretout va al Milan.

Nato nel Delaware per volere della Mafia di Boston, la sua istruzione é stata finanziata coi fondi neri della Massoneria. Il suo sogno nel cassetto é cambiare il cognome in Baldissoni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.