Cronaca Sbagliata di Samp-Roma 0-0

Roma che si presenta a Genova nonostante un leggero annuvolamento, senza peró che Giove pluvio ponesse in pratica la sua passeggera minaccia.
In porta Pau Lopez in una de quelle Domeniche in cui coi piedi toccherà più palle della ragazza de Peppe fetish.
Difesa a 4 con Spinazzola e Kolarov a rischiar la vita da terzini, Mancini a far rivivere a Quagliarella le emozioni della stalking e Smalling al centro.
In mediana Veretout, per il quale verrà imbastito un altare a San Pietro per le preghiere dei fedeli per convincere nostro signore a lasciarlo in piedi.
Cristante vicino a lui che dura quanto na falage a Napoli il 31 Dicembre.
Florenzi esterno alto pe confonde n’attimo nostro Signore, Zaniolo trequartista in una de quelle partite in cui é a suo agio quanto Di Maio che ordina al McDonald.
Kluivert largo a ridefinire il concetto stesso di inutilità.
Unica punta Kalinic, in campo giusto il tempo de rende vana la mia confessione prima della messa delle 11.

Minuto 1: Attimi di sospensione perché non se riusciva a capì come mai Audero avesse la faccia da cinese.
Minuto 6: Cristante si fa male, il crocefisso sopra al mio televisore si gira coprendosi il volto con il braccio perché sa quello che sta per succedere.
Minuto 7: Entra Pastore, il crocefisso ha il telefono in mano e sta chiamando il 113.
Minuto 14: L’ultimo passaggio azzeccato da Kolarov era per Cristiano Zanetti.
Minuto 26: Mancini tratta talmente tanto Quagliarella come na zoccoletta che a fine partita lo ha salutato co na pacca sul culo.
Minuto 37: Kluivert ha un culo così grande che quando la Roma indossa la divisa tutta rossa pare er Gabibbo.
Minuto 45: Si infortuna Kalinic, il crocefisso sopra al televisore decide de affrontà la cosa da uomo e me guarda dritto negli occhi dicendo: “Mbé, mo mica vorrai litigà pe un Kalinic qualsiasi?”.
Minuto 46: Entra Dzeko co na mascherina degna de un film zozzo primi anni 90.
Minuto 57: Dzeko con quella mascherina in mezzo a Colley e Vieira pare Malena.
Minuto 60: Pastore sembra veramente un calciatore, questo deve essere un messaggio di speranza a tutti i giovani che non si sentono in grado di arrivare a grandi traguardi.
Minuto 70: Partita divertente quanto na cena vegana.
Minuto 77: Dentro Perotti, la sua ultima presenza era Roma-Cartagine, seconda guerra punica.
Minuto 85: Espulso Kluivert, a questo punto la partita per la Roma si mette in discesa.
Minuto 90: Iniziano le veglie di preghiera in tutta Roma per la salvaguardia di Veretout.

Nato nel Delaware per volere della Mafia di Boston, la sua istruzione é stata finanziata coi fondi neri della Massoneria. Il suo sogno nel cassetto é cambiare il cognome in Baldissoni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.