Esclusiva FDR: Roma – Broendby, il ricordo di Rizzitelli

A 28 anni da quel Roma – Broendby 2 a 1, che ci portò in finale di Coppa UEFA, abbiamo raggiunto Ruggiero Rizzitelli (autore del gol del momentaneo vantaggio giallorosso), che ricorda così quella magnifica serata.

“Beh sì, come si fa a dimenticare quella data lì. Il 24 Aprile 91, per noi è stato un giorno importante perché quella partita col Broendby voleva dire finale di Coppa UEFA, quindi era troppo importante”.

“Anche se devo dire che all’inizio eravamo troppo sicuri di passare e di andare in finale. Qualcuno aveva preso sotto gamba quella partita e ricordo che dopo pochi minuti ho iniziato a correre contro tutti gli avversari facendo un fallaccio incredibile. Meno male mi è andata bene perché meritavo l’espulsione, ma volevo dare a sveglia alla squadra perché eravamo scesi in campo non con la grinta, con l’attenzione e con il piglio giusti”.

“Invece da quel fallaccio lì è cambiata tutta la partita, anche se abbiamo vinto solo al novantesimo con un gol in contemporanea tra me e Rudi Voeller, che ho calciato il suo piede. Devo dire che è stata una bellissima serata che tutti i tifosi ricordano”.

Serata indimenticabile, nel cuore di tutti i tifosi della Roma, che speriamo di rivivere al più presto.

Abbonato di Curva Sud, vivo la Roma 365 giorni l'anno, 24 ore su 24. Mi batto per una informazione che possa essere la più oggettiva possibile, sempre a favore del bene della Roma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.