Roma

Roma, cominciano i “regali” di mercato per Mourinho

Il mercato della Roma, dopo una prima fase d’attesa, che in verità attraversano tutti visto che il Covid e i suoi effetti sull’economia non valgono solo per i giallorossi (ma fa eccezione il Paris Saint-Germain), è finalmente in rampa di lancio. Pian piano stanno cominciando ad arrivare i “regali” chiesti da José Mourinho alla società che, tradotto, significa acquisti.

C’è Rui Patricio

Rui Patricio al lavoro a Trigoria

A cominciare dal primo, già ufficiale e al lavoro in quel di Trigoria: Rui Patricio, portiere portoghese arrivato dal Wolverhampton su espressa richiesta di José Mourinho per una cifra che si aggira intorno agli 11 milioni. Al nazionale portoghese il compito di blindare, finalmente, una porta troppe volte lasciata aperta da Pau Lopez e dagli altri suoi predecessori.

Viña l’erede di Spinazzola

Matias Vina con la maglia del Palmeiras

L’altro (arduo) compito di Tiago Pinto è sostituire quel Leonardo Spinazzola che, ahinoi, vedremo arare la fascia sinistra tra molti mesi a causa dell’operazione al tendine d’Achille. E l’erede dell’esterno umbro lo ha ufficializzato lo stesso Pinto all’uscita da Trigoria: sarà Matias Viña, terzino uruguaiano in arrivo dal Palmeiras (da cui la Roma prese anche un certo Cafù…) per circa 10 milioni di euro.

Aspettando Xhaka

Granit Xhaka a Euro 2020 con la Svizzera

C’è poi la grande – e lunga – attesa di Granit Xhaka, reduce da un grande Europeo con la Svizzera e ormai promesso sposo giallorosso dopo che Mourinho lo ha eletto come prossimo “re” del centrocampo: per il nativo di Basilea alla Roma l’estenuante trattativa tra Pinto e i Gunners è agli sgoccioli, tanto che il centrocampista potrebbe essere ufficializzato a breve.

Roma-Dzeko, avanti insieme

Edin Dzeko con la fascia da capitano durante l’amichevole con la Ternana

Sistemata la mediana, la sensazione è che arriverà un altro grande in colpo in attacco se se ne presenterà l’opportunità. A prescindere da quello che accadrà con Edin Dzeko, con il bosniaco che – stregato come tutti da Mourinho – sembra ormai resterà alla Roma. Per il resto aleggia un velo di mistero sugli altri obiettivi di mercato, come ci ha abituato l’estrema riservatezza di Dan e Ryan Friedkin.

Nicolò Zaniolo realizza il rigore nel test con il Montecatini

Ma in questo gran calderone che è il mercato non dobbiamo dimenticare una cosa. Un altro grande acquisto la Roma ce l’ha già in casa: si chiama Nicolò Zaniolo.

Appassionato di calcio, quindi di Roma, dal 1987. Giornalista per passione, sin da quando con Paint disegnavo prime pagine con la Roma campione d'Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.