Friedkin

Tutte le operazioni di mercato della Roma

Se l’obiettivo finale era quello di colmare la distanza con Inter e Juventus allora stiamo ancora molto lontani, ma se invece il focus della Roma era creare le fondamenta di una squadra in grado di competere su tre fronti e di gettare le basi per un progetto vincente allora ci siamo. Dopo queste prime tre giornate e la chiusura del mercato, tiriamo un minimo di sospiro di sollievo, con la convinzione di aver anche trattenuto giocatori importanti e che la squadra crescerà nel corso della stagione.

Operazioni in entrata

I nomi in entrata sono pochi, ma se li sommiamo ai giocatori che siamo riusciti a mantenere esce fuori un undici titolare piuttosto competitivo.

Smalling – il ritorno di Smalling è stata probabilmente una di quelle telenovele che non ci dimenticheremo tanto facilmente. La sua ufficialità è arrivata praticamente 7 minuti prima della fine del calciomercato, con la Roma che per ottenerlo ha fatto un investimento importante nonostante l’età comunque avanzata del ragazzo. 15 milioni versati nelle casse dello United e 3,5 milioni per i prossimi 3 anni.

Pedro – il suo arrivo era ormai previsto da qualche mese, accolto tra dubbi legati all’età, ha già dimostrato che il suo valore tecnico e tattico non si discute. Arrivato a parametro zero, guadagnerà 3 milioni l’anno per questa e la prossima stagione.

Kumbulla – ragazzo giovane e di ottime prospettive, la Roma ha fatto uno sforzo economico importante per sottrarlo alle concorrenti. L’albanese è arrivato con una formula particolare, prestito biennale con obbligo di riscatto, Cetin, Cancellieri e Diaby all’Hellas a titolo definitivo. A questi tre giocatori, ci sono da sommare 13,5 milioni più 3,5 di bonus al momento del riscatto. Il totale dell’operazione si dovrebbe aggirare intorno ai 30 milioni, ma bisognerà aspettare il bilancio semestrale per vedere l’effettivo costo dell’operazione. Il contratto accettato dal giocatore sono 2 milioni a stagione per i prossimi 5 anni.

Mkhitaryan – l’armeno è stata una trattativa relativamente semplice da portare a casa. Rescissione con l’Arsenal e arrivo a parametro zero, guadagnerà 3 milioni più 1 di bonus, con un opzione che potrà estendere il contratto per un altro anno.

Borja Mayoral – la Roma ha visto in lui il vice Dzeko. Prestito biennale con diritto di riscatto,15 milioni per la prima stagione, 20 per la seconda. Lo spagnolo guadagnerà 1,5 milioni.

Embed from Getty Images
Operazioni in uscita

Schick – la sua è una cessione a titolo definitivo al Bayer Leverkusen, che ha versato per averlo 26,5 milioni (+10% della futura rivendita).

Kolarov – andato all’Inter a titolo definitivo per 1,5 milioni + 0,5 di bonus. Il serbo se ne va liberandoci del suo ingaggio di 3 milioni l’anno.

Florenzi – la scintilla tra lui e Fonseca sembra proprio non scoccare, prestito di 0,5 milioni con diritto di riscatto da parte del Paris Saint-Germain.

Ünder – La Roma ha accettato un prestito oneroso, stimato a 3 milioni, con diritto di riscatto da parte del Leicester.

Kluivert – Cessione in prestito secco al RB Lipsia fino a giugno 2021. La Roma risparmia 1,8 milioni di ingaggio.

Perotti – cessione dolorosa ma necessario per l’argentino, che ormai si vedeva che faticava più del previsto. Il giocatore è andato a titolo gratuito al Fenerbahçe, noi ci alleggeriamo di un ingaggio di 3 milioni netti.

Defrel – con la salvezza raggiunta dal Sassuolo è scattato l’obbligo d’acquisto per il giocatore. Allora Roma sono andati circa 10 milioni.

Gonalons – anche per il francese è scattato l’obbligo d’acquisto da parte del Granata, nelle casse giallorosse arrivano 4 milioni.

Olsen – prestato all’Everton, la Roma risparmia un ingaggio di 1,2 milioni.

Fuzato – prestito al Gil Vicente, 0,5 milioni di ingaggio risparmiati.

Çetin – inserito nell’operazione Kumbulla, 1 milione risparmiato nelle casse giallorosse.

Riccardi – prestito al Pescara.

Coric – Il calciatore croato che non ha trovato mai spazio a Roma, passa in prestito con diritto di riscatto agli olandesi del VVV Venlo.

Antonucci – l’attaccante si trasferisce in prestito alla Salernitana proprio durante l’ultimo giorno di mercato.

L'amore per la Roma nasce da mio padre, quello per l'informazione da mia madre. Io ho preso il meglio da entrambi e l'ho messo al servizio dell'unica maglia al mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *